Valentini: "Deluso da Ancelotti. Avrei mandato via Conte dopo le sue parole"

07 nov 2019 15:22Calcio

Per parlare dei temi di giornata a TMW Radio, durante Maracanà, l'ex dirigente Figc Antonello Valentini.

Sul comportamento dei calciatori del Napoli 
"Confesso la mia è una profonda delusione di Conte, Ancelotti, della presidenza del Napoli e dei giocatori. Sono vicende che chi ama il calcio che ti lasciano l'amaro in bocca. Che Ancelotti non si presenti in conferenza stampa è una cosa che da lui non mi aspetto. Lui non ha niente da dimostrare, non può sottrarsi alla stampa. Capisco l'amarezza ma il Napoli è ancora lì. Si è rotto qualcosa nel feeling tra società, tecnico e giocatori. Io però continuo a scommettere su Ancelotti. La società, in un gioco di scaricabarile, gli ha assegnato le chiavi della gestione. Troppo silenzio dall'Aic nella vicenda del Napoli".

Su Conte
"Posso dire che non ho mai sentito un allenatore reagire in quel modo dopo una sconfitta. I programmi sono stati condivisi. Lui si è sempre lamentato di un organico forte, ma mi spiace la citazione su Barella. Un grande come lui non può dire certe cose, perché il giorno dopo te lo ritrovi negli spogliatoi. Pur capendo la rabbia, un'altra società lo avrebbe ringraziato e mandato via".

Su Gigi Riva
"Non pensavo nella mia vita di avere il privilegio di stare con lui in Nazionale. Un'esperienza incredibile, lo ritengo un fratello maggiore. E' un esempio per tutti, in campo e fuori. Ha vissuto una giovinezza difficile e che si è legato alla Sardegna, dove ha trovato la sua vera famiglia".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy