Valentini: "Bonucci, caduta di stile. Agnelli si dedichi alla Juve piuttosto che all'Eca"

06.09.2019, 14:41 - letto 195 volte Calcio

L'ex dirigente della Figc Antonello Valentini ha parlato della Nazionale a Maracanà, trasmissione del pomeriggio di TMW Radio.

Sulla partita contro l'Armenia
"Mi è piaciuto lo spirito della squadra. Vittoria significativa, non credo avremo problemi qualificarci ad Euro 2020. Non mi sono piaciute tante altre cose. Storicamente questo periodo per la Nazionale non è ideale, da sempre i primi di settembre abbiamo qualche inciampo dovuto alla scarsa preparazione. Mi è piaciuto Pellegrini, non Barella, che deve ancora maturare. Non mi è piaciuto Verratti, che non può prendere un'ammonizione come quella. Deve dimostrare una maturità che forse ancora non ha". 

Su Bonucci
"Simulazione? Mi meraviglio di lui, lo conosco bene e lo stimo come persona e giocatore. E' stata una caduta di stile. Non doveva farlo. Tra tuffatori e truffatori c'è solo una r di differenza, ma la distanza è abissale".

Sui buu razzisti a Cagiari contro Lukaku
"Siamo alle solite. La Lega dice di fare questo, le squadre quello. Quando si chiude lo stadio, i tifosi trovano un modo per entrare .Che fine ha fatto l'idea di Tavecchio di Fiona May paladina della lotta al razzismo? Non sento più iniziative in tal senso".

Sul caso Emre Can
"Sono sorpreso dall'ultimo periodo di gestione. E' sempre stato un modello organizzativo da imitare. Invece poca chiarezza sul mercato, il caso Emre Can, e poi la questione biglietti con il Napoli. Chiedo ad Agnelli? Perché invece di occuparsi solo dell'Eca, non si dedica di più alla sua società? Paratici è molto più bravo a prendere piuttosto che a vendere. E questo è il difetto dell'ultimo periodo".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.