Terruzzi: "Leclerc un talento vero. Guai a paragonarlo ad Hamilton"

06.09.2019, 15:01 - letto 176 volte Motori

Il giornalista Giorgio Terruzzi ha parlato a TMW Radio, durante Maracanà, di F1

Su Ferrari e Leclerc
"E' una macchina Spa e Monza sono fatte per questa macchina, che fatica nei tratti guidati. Poi si torneranno ad avere difficoltà. Di buono c'è che Leclerc è un figlio toccato dalla grazia. Ha un tocco da amore a prima vista e un talento e una padronanza emotiva che lo rende campione. Aver vinto a Spa lo ha sgravato delle grandi responsabilità che si portava dietro. Le sue qualità? Riesce a gestire, non patisce la tensione e capitalizza i suoi errori molto in fretta. E' un ragazzo perbene ma ha una ferocia e lucidità impressionante. Lui come Hamilton? Andiamoci piano. Lui è un fuoriclasse, un campione autentico. La Ferrari però ha trovato comunque un pilota con cui fare un lungo viaggio. Può solo crescere". 

Sulla storia della Ferrari
"Sono convinto che la storia di Enzo Ferrari andrebbe raccontata a scuola. Ha avuto un'intuizione geniale. E' partito da Modena per pensare una rivoluzione incredibile, quella del motore. Sono molto legato a Villeneuve, che debuttò quando ero giovane. Faceva dei disastri, morì come ha vissuto. Ha distribuito entusiasmo e gioia. E poi sono legato ai due 'amici' Berger-Alesi, una coppia strepitosa per noi giornalisti. E poi Lauda e Schumacher, due modi di applicarsi alle corse e di approcciarsi ai giornalisti". 

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.