Tavecchio: "Turchia, Uefa prenda posizione. Situazione censurabile sotto ogni aspetto"

15 ott 2019 17:10Calcio

Durante Stadio Aperto, nel pomeriggio di TMW Radio, l'ex presidente della FIGC Carlo Tavecchio si è espresso sul delicato caso riguardante la Nazionale turca. Questo il suo pensiero:

Sul caso-Turchia: "La situazione che si è creata è censurabile sotto tutti gli aspetti: il calcio e lo sport non devono essere intaccate da cose di questo genere. Stiamo parlando di una guerra contro un popolo che cerca la propria identità da 50 anni. Il sistema organizzativo europeo è difficile da alterare. Mi rendo conto però che urge una censura chiara a questo atteggiamento da parte della Nazionale turca. Sanzioni? Solo per il futuro, per l'annata in corsa non si può far niente. I giocatori sono tra incudine e martello".

Sui club e sulla Champions League: "Ciò che è accaduto è un fatto grave, al momento l'opinione pubblica è tesa a sostenere il popolo curdo, che subisce costanti angherie senza trovare un'identita. Finale a Istanbul? La situazione della Uefa è particolare, è complesso cambiare un'organizzazione ma servirebbe almeno una presa di posizione".

Sull'Italia: "Sono molto contento, si vada avanti così".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy