Sconcerti: "Pioli? Un commissariamento. Il Milan ha sbagliato con Spalletti"

08.10.2019, 20:36 - letto 77 volte Calcio

Mario Sconerti, prima firma del giornalismo sportivo italiano, su TMW Radio:

Un commento su Pioli al Milan?
"Avevano le idee chiare, Spalletti sarebbe stata la persona giusta. Prima di rivolgersi a lui, le società in modo silenzioso avrebbero dovuto mettersi d'accordo per evitare che il prossimo allenatore del Milan dipendesse dall'Inter. Pioli è una seconda scelta, una buona seconda scelta. Credo che sarà un commissariamento: dovrà fare molto di quello che Giampaolo non ha fatto, quindi rispettare il mercato e sentire i dirigenti. La società è stata messa in discussione anche dall'Inghilterra, dal fondo Elliott. Il fallimento di Giampaolo e quello eventuale di Pioli sarà anche di altre figure. Il primo errore è che una squadra di calcio non deve finire nelle mani di un fondo".

Su Boban e Maldini:
"Maldini lo conosco bene, Boban è una persona splendida, ma non so se basti per gestire una società di calcio. Comporta alcune cose con cui ci nasci dentro, come fare il mercato. Lo vedo molto principe, era perfetto per fare il numero 2 della FIFA. Sono due persone non abituate a essere discusse e che sono sempre state responsabili solo di loro stesse. Sarebbe un'impresa se il Milan dovesse centrare il primo posto". 

Sampdoria e Genoa stanno attraverando giorni difficili...
"Mi dispiace per la Sampdoria, una buona squadra ma che è vuota, morta dentro. Ed è ancora più strano perché Di Francesco è un allenatore che non dà quest'impressione. Probabile che questa trattativa, molto strana, per la cessione della società abbia inciso. Sono 13 mesi che ballano 20-30 milioni, non sono stati corretti. Non bisogna mai dare un alibi al giocatore, perché lo userà. Il Genoa? Andreazzoli lo stimo molto, ma Guidolin forse è più abituato a fare campionati sporchi. Sarebbe una bella scelta".


Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo italiano, sul momento del Milan, la Samp e il Genoa

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.