Pulga: "L'Udinese rischia la B. Nazionale, ora i giovani hanno spazio. Serviva coraggio"

19.03.2019, 19:27 - letto 83 volte Calcio

Il tecnico Ivo Pulga ha parlato a RMC Sport Live Show dei vari temi di giornata, tra cui la lotta per la salvezza.

Sul Cagliari
"Ha fatto un passo in avanti ma anche le altre per la corsa salvezza hanno fatto punti. 30 punti sembravano un punto di partenza ottimo, invece il Bologna andando a vincere con Torino ora non fa rimanere tranquilli".

Sul Chievo
"Come organico è di prim’ordine, tra le squadre che si devono salvare. Partito male e con la penalizzazione, non si è riuscito più a riprendere. Mimmo ci crede ancora, ma sulla carta è un’impresa quasi impossibile. E la matematica non li condanna ancora".

Sul Frosinone e l’Udinese
"L’Udinese è in grossa difficoltà, dovrà giocare con la Lazio che va a mille all’ora. E’ una a rischio, come anche il Frosinone, che vedo quasi spacciato. Ultimamente due o tre che arrivano dalla B vanno subito giù. Per me il Parma va ma l’Empoli rischia. E anche l’Udinese. Le ultime dieci partite cominciano a fare punti quelle in fondo. E’ un pericolo incontrare queste squadre per quelle che lottano per la Champions o per l’Europa League. E’ una bella lotta".

Sulle convocazioni di Mancini e la Nazionale
"Sposo in pieno le scelte di Mancini, giusto cambiare. CI sono giovani in forte crescita. Zaniolo lo aveva convocato senza che avesse debuttato in A. Ci vorrà un po’ di tempo, ma queste qualificazioni europee ti faranno già vedere qualcosa di buono. I giovani ci sono, ci voleva solo il coraggio di farli giocare. Ora giocano titolari in A ed è giusto così".

Su delusione e sorpresa della Serie A
"Vera delusione l’Udinese, che ha squadra composta da stranieri e la vedo in grossa difficoltà. La rivelazione può essere il Torino, che sta facendo un grande campionato".

Su Belotti
"Dispiace ma in questo momento Mancini vede altri giocatori. Ma con i gol sarà utile più avanti".

Disponibile su
Live
19:05

Garrisca Al Vento
ora in diretta!
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.