Pazienza: "Insigne dovrà prendere l'eredità di Hamsik"

08.02.2019, 22:54 - letto 110 volte Calcio

Michele Pazienza, ex giocatore di Fiorentina e Napoli e oggi allenatore, a RMC Sport Live Show ha parlato così anche della gara di domani tra le due formazioni: "Hamsik? Mi aspettavo che potesse finire la carriera al Napoli ma credo che Marek abbia fatto una riflessione più profonda e non solo dal punto di vista economico. Credo abbia riflettuto anche su cosa può dare lui al Napoli e alla città. Probabilmente si è reso conto di non poter dare tanto e allora sta facendo altre valutazioni".

Quindi che Napoli ne esce da questa situazione?
"Credo che la rosa del Napoli sia ben assortita. Più che altro mi preoccuperei della partenza di un punto di riferimento come Hamsik. Questa è la mia vera preoccupazione. Hamsik è un leader silenzioso perché attraverso gli atteggiamenti è uno capace di trascinare il gruppo".

C'è in questo Napoli un sostituto naturale?
"Lo dovrà diventare Insigne che sarà il nuovo capitano. Anche lui è cresciuto molto negli ultimi anni ma quello di Hamsik è un ruolo importante anche fuori dal campo. Spero che Insigne sia all'altezza di tutto, eredita un ruolo difficile".

Per il Napoli che trasferta sarà domani contro la Fiorentina?
"Non penso che il Napoli possa permettersi di pensare all'anno scorso. Sarà una bellissima partita perché entrambe le squadre offrono un bel calcio. In questo momento sia Napoli sia Fiorentina hanno bisogno di fare punti".

Hai avuto Pioli a Bologna, che pensi del suo lavoro a Firenze?
"In settimana sono stato a vedere gli allenamenti della Fiorentina e ho visto un lavoro diverso da quello che mi ricordavo io da parte di Pioli. Credo che sia un allenatore che ha voglia e passione. Pioli è uno che non lascia nulla al caso, è stata per me una sorpresa. Domani penso che la Fiorentina avrà qualche problema a livello di infortuni".

Ti aspettavi questo tipo di impatto di Muriel nel nostro calcio?
"Muriel l'ho affrontato da avversario e mi aspettavo questo impatto. E' un giocatore fantastico, con un cambio di passo che in pochi hanno. Se sta bene fisicamente sposta gli equilibri. Alla Fiorentina può solo migliorare, si è presentato in condizioni quasi perfette".

Che pensi della carriera di De Zerbi?
"Non mi aspettavo questa sua ascesa e gliel'ho detto anche di persona. Vi assicuro però che è un allenatore molto preparato, è innovativo perché ciò che propone ai suoi giocatori è un qualcosa di nuovo. De Zerbi riesce ad ottenere il massimo da ogni suo giocatore".

Ti saresti aspettato questo tipo di rendimento da parte di Quagliarella?
"Ha sempre fatto tanti gol in carriera e oggi lo aiuta tanto il fatto di essere un grande professionista. Ha una condizione fisica invidiabile anche perché è stato fortunato in carriera a livello di infortuni. Ciò che mi impressiona di più è la fame, la voglia che in ogni partita che gioca. Quagliarella vive per il gol".

Il video musicale?
"Mi hanno contattato sui social chiedendomi l'autorizzazione. Ho conosciuto ragazzi che hanno tanta passione e quindi ho dato la mia disponibilità nel fare questo video musicale. Sono stati davvero molto bravi".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.