Mazzola: "Conte, parole hanno stimolato i giocatori. Serve qualità a centrocampo"

08 nov 2019 15:30Calcio

Nel giorno dei suoi 77 anni, l'ex calciatore Sandro Mazzola ha detto la sua sull'Inter e non solo dai microfoni di TMW Radio, durante Maracanà.

Sulle parole di Conte
"Mi hanno dato un po' fastidio, poi ci ho ripensato e ho detto: cosa dovrebbe dire o fare? I giocatori lo hanno sentito, ora sono tutti lì che pensano che devono fargli vedere che non è così. Lo ha fatto per stimolarli. In un primo momento da calciatore me la sarei presa, ma poi avrei detto 'ora glielo faccio vedere io'. Per fargli capire che aveva torto". 

Sulla partita col Dortmund
"Sono rientrati senza stimoli, mentre gli altri sono rientrati con la voglia di far male e ci sono riusciti. Cosa avrei detto Herrera nell'intervallo della partita? Avrebbe chiuso lo spogliatoio e poi avrebbe detto che si doveva vincere e ammazzarli. Gli sarebbe entrato nella testa. Bisognava lavorare molto sulla testa dei giocatori".

Sulla squadra
"A me piace così, è tosta ma servirebbe qualcosina di più dal punto di vista tecnico e tattico. I cambi poi sono un problema. Il rientro di Sensi affrettato? Forse, ma lui avrà fatto di tutto per rientrare, è troppo importante. E' capitato anche a me, il rischio è che rimanga fuori di più".

Sul mercato
"Io guarderei a centrocampo, ne serve uno che sappia difendere e uno che possa anche giocare in avanti e smisti il pallone. Serve uno di qualità". 

Sul caos Napoli
"Quando fai una cosa del genere, vuol dire che hai dentro la voglia di riscattarti, di dare un esempio alla società che forse, pensano loro, in alcuni momenti non è stata vicina. Vedremo nella prossima partita se sarà così o se era un altro messaggio".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy