Fiorio: "Sarà lotta Ferrari-Mercedes. Leclerc non sarà superiore a Vettel"

28.02.2019, 20:00 - letto 233 volte Motori

Per parlare di F1 nel Live Show di RMC Sport è intervenuto Cesare Fiorio, ex direttore sportivo di Ferrari e Minardi. Ecco le sue parole:

Su Giovinazzi
"E’ un pilota forte, lo ha dimostrato nelle formule minori, dove ha combattuto con Gasly, pilota Red Bull. Ha fatto il settimo tempo ma aveva le gomme meno performanti. La sua prestazione quindi è ancora tutta da verificare".

Sui test di Barcellona
"Mi sembra che le regole di quest’anno non hanno fatto incrementare le prestazioni, i tempi sono quasi uguali. Le macchine non stanno tirando fuori qualcosa di meglio. Da questi test sarà importante imparare l’usura dei pneumatici e le loro prestazioni, perché decideranno l’esito delle gare".

Su Leclerc
"E’ un giovane pilota, molto bravo. Non credo che quest’anno riuscirà a fare meglio di Vettel, anche se lui lo scorso anno un po’ di errori ne ha fatti".

Su Vettel
"Gli incidenti dello scorso anno? Sono stati frutto di suoi errori di concetto e anche della direzione sportiva, che non gli dava le indicazioni giuste. Non vanno lasciati da soli decidere i piloti".

Sulla Ferrari e il cambio Arrivabene-Binotto
"Arrivabene era un manager che veniva da un altro mondo, certo che dargli in mano la responsabilità di una squadra come quella… ora c’è Binotto è un grande progettista che potrà avere in mano tutti i tecnici della squadra e consigliare le mosse più opportune da fare. Gli manca l’esperienza di una conduzione politica di una squadra. Speriamo impari in fretta e che abbia i consigli giusti. Prendere uno cresciuto in Ferrari però è una mossa intelligente".

Sulla livrea Ferrari
"Ci ha abituati ad avere scelte cromatiche abbastanza innovative. Non è quella che fa andare più forte una macchina. L’importante è che sia davanti alla Mercedes".

Sull’Alfa Romeo
"La Sauber non esiste più, è di Alfa Romeo. E’ una scelta importante, credo che Raikkonen, con l’esperienza che ha maturato, servirà a Giovinazzi. Sarà una bella coppia".

Sulla sorpresa del Mondiale
"Red Bull e McLaren sono state le più veloci, ma influenzano molto i pneumatici usati. Si vedrà lotta tra Ferrari e Mercedes, con la Red Bull che si inserirà".

Su Mick Schumacher
"Si sta correndo troppo con lui. Gli vengono date grandi opportunità che non lo faranno maturare come dovrebbe. Correrà per una squadra italiana che è molto esperta nel far crescere i giovani e questo gli servirà moltissimo. Ha le qualità per arrivare a fare un test con l’Alfa Romeo".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.