Donati: "Gasperini grande tecnico. Calcio scozzese molto diverso dalla Serie A"

08 nov 2019 18:24Calcio

Nel corso di Stadio Aperto, nel pomeriggio di TMW Radio, l'ex centrocampista e attuale vice allenatore del Kilmarnock Massimo Donati ha detto la sua sui temi caldi dell'attualità calcistica. Queste le sue parole: 

Sul calcio scozzese: "E' un calcio diverso, soprattutto rispeto alla nostra Serie A, su tanti aspetti: alimentazione, ritmi... Rispetto alla Premier League la differenza sta nel budget, soltanto Rangers e Celtic potrebbero competere col calcio inglese. Tanti giocatori vogliono scappare subito da qui per il freddo e il tipo di calcio. Io mi sono trovato benissimo, c'è passione e non manca niente per un calciatore. C'è sicuramente anche più serenitù rispetto ad altri campionati"."

Sulla Nazionale scozzese: " Da qualche anno non si riesce a trovare il bandolo della matassa, nonostante i tanti giocatori bravi che ci sono. Serve che tutto il sistema cresca, tra le squadre di Glasgow e il resto c'è un abisso e questo inficia la competitività".

Sull'Old Firm: "Bellissimo da vivere e da giocare, si può paragonare alle grandi gare europee che ho giocato anche io con la maglia del Celtic. L'atmosfera è pazzesca, c'è una rivalità anche religiosa che va ben oltre il calcio. E' una battaglia vera e propria. In Europa Celtic e Rangers stanno andando forte, hanno preso giocatori importanti e hanno fatto passi avanti anche dal punto di vista tecnico. In passato, in trasferta facevamo sempre fatica con il Celtic: guardate ieri sera, invece, con la Lazio... Se le squadre di Glasgow meriterebbero un posto in Premier League? Diventerebbe complesso per il resto del campionato andare avanti, ma entrambe potrebbero tranquillamente competere anche in inghilterra".

Su Gasperini: "Mi aspettavo questo exploit, mi dette tantissimo a Palermo. Mi provò da difensore, adoravo quel ruolo. E' sempre stato un grandissimo allenatore, che predica un calcio diverso da tutti gli altri. Quando arrivò all'Atalanta dissi subito che i nerazzurri avevano fatto un gran colpo".

Sul futuro: "Certamente vorrei fare l'allenatore, Angelo Alessio mi sta aiutando tantissimo qui al Kilmarnock nonostante le difficoltà iniziali. Ci siamo aiutati a vicenda, dopo aver provato un cambiamento troppo spiazzante sin da subito".

 

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy