Di Gennaro: "Atalanta favorita su Roma e Milan per la corsa Champions. Fiorentina inquietante"

06.05.2019, 19:40 - letto 59 volte Calcio

Nel Live Show di MC Sport è il momento di Antonio Di Gennaro, che ha parlato dei temi più caldi di giornata.

Su Milan-Bologna
"Milan fuori dal discorso Champions? No ma è molto compromesso, visto anche quello che sta facendo l’Atalanta. Incontra una squadra in forma, ma credo sia dura. Sarà uno spartiacque fondamentale. Serve ritrovare gioco e rabbia, una vittoria sarebbe troppo importante. Dove ha perso l’Europa? Ha avuto un’annata altalenante, prima del derby aveva trovato la quadratura del cerchio, difendeva bene di squadra, poi Piatek segnava. Oggi molti giocatori si sono spenti, c’è stato il ritiro e la condizione fisica è venuta meno. L’allenatore si è preso troppe colpe, ma in generale è venuta meno la rabbia e il gioco. Anche il ko in Coppa Italia è stato un momento decisivo in negativo. Vanno utilizzati anche altri giocatori, quando altri non ci sono o giocano al di sotto delle proprie possibilità, vedi Cutrone".

Sulla Juventus arbitro della Champions
"Giocherà come sempre, è nel suo dna di voler sempre vincere. Vorrà valutare alcuni calciatori per il prossimo anno, per poi puntare a trovare nuovi campioni. La Roma ha fatto un passo indietro, mentre con l’Atalanta me l’aspetto al massimo".

Sulla Roma
"Il palleggio non è quello di una squadra che può gestire una partita. Una disattenzione su calci oda fermo, Romero ha fatto un buono stacco ma era un quattro contro uno. Poi gli è andata bene per il rigore sbagliato da Sanabria. Con il ko ci sarebbe stato un tracollo anche psicologico. Per ora però non può confrontarsi con l’Atalanta, che è favorita come punti e atteggiamento. Difficile che molli la squadra bergamasca, perché è una squadra matura sotto ogni aspetto".

Sull’Atalanta
"Ilicic lo ha portato più avanti, e ora fa reparto da solo. Gomez fa un po’ tutto, ha una grande condizione. Si allenano tanto ma si divertono in campo. Gioca sempre con al stessa mentalità, poi magari passi momenti in cui non vanno le cose. Gasperini ha grandi meriti, ma c’è anche grande qualità nella squadra. Sono sempre corti, giocano con i difensori ed è importante. E che rivalutazione ha permesso a certi giocatori, vedi De Roon e Freuler! C'è un ambiente unico".

Sulla Fiorentina
"Inquietante. E' un campionato incredibile. Montella dovrà lavorare tanto, potrà fare una squadra per tornare a certi livelli. Credo non abbia accettato l'addio di Pioli la squadra, anche ieri si è visto che subisce tanto e fa poco davanti. C'è nervosismo, poi alcuni vorranno andare via. Si deve capire cosa vorranno fare in futuro".

Su Sarri
"Va avanti per la sua strada, era normale che incontrasse difficoltà ma è stato capace di rigenerare alcuni giocatori e merità i risultati che sta ottenendo. Se dovesse vincere anche l'EL sarebbe una grande stagione".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.