Cerruti: "Paquetà unico giocatore di classe. Conte-Inter come Trapattoni"

07.05.2019, 20:59 - letto 82 volte Calcio

L'opinione di Alberto Cerruti in diretta nel 'Live Show' di MC Sport

Come sta il Milan dopo la vittoria di ieri?
"Benino come risultato, non bene come ambiente e situazione. La squalifica di Paquetà non ci voleva, è l'unico giocatore di classe a disposizione di Gattuso. Con la Fiorentina è una gara ad alto rischio, non è facile portare via i tre punti a Firenze che potrebbero anche non bastare".

Bakayoko e Gattuso si sono chiariti. Vedremo ancora in campo il centrocampista?
"È un compromesso, bisogna vedere se il fine giustifica i mezzi. Bakayoko garantisce qualcosa in più rispetto a Biglia, che è anche infortunato. Se dà la disponibilità potrebbe giocare, poi a fine stagione le strade si divideranno. Non lo riscatterei in primi perché non vale 35 milioni e poi perché ha dimostrato di non essere un professionista serio. Il Milan deve comprare giocatori, basta prestiti, servono uomini di proprietà che si sentano parte integrante del progetto".

Montella ha sottovalutato la situazione viola?
"Si può essere. Come tutti gli allenatori senza una panchina, aveva una gran voglia di tornare. Ha fatto lo stesso errore dell'anno scorso, quando con troppa fretta ha scelto di andare al Siviglia. Metterlo in discussione però sarebbe sbagliato, andrà giudicato nella prossima stagione con una squadra che lo convinca".

Cosa ti ha colpito di più dell'intervista di Conte?
"Per lui la squadra ideale sarebbe l'Inter. È una società che si sta ricostruendo, ha disponibilità economica e conosce Marotta. Potrebbe fare come Trapattoni, che dopo una serie di Scudetti alla Juventus è andato all'Inter e lo ha vinto lo stesso. Il suo passato alla Juventus potrebbe pesare? Non penso, è un professionista e dopo i colori bianconeri è passato anche in azzurro. Sono convinto che farebbe risultati all'Inter".

Sul 'no' di Conte alla Roma:
"È un vincente, ha bisogno di certezze. È un uomo pratico e concreto. Ha capito che la Roma è un punto interrogativo, ci sono troppe situazioni non chiare. Io confermerei Ranieri, anche se non dovesse centrare il 4° posto. È un ottimo allenatore e conosce bene la piazza".


Alberto Cerruti, opinionista Mc Sport, sulla vittoria del Milan, Conte e Montella

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.