Ballardini: "Milan, esonero Giampaolo? Errore a monte della società"

08.10.2019, 16:00 - letto 77 volte Calcio

Il tecnico Davide Ballardini a TMW Radio, durante Maracanà, ha commentato i maggiori fatti del momento riguardanti la Serie A.

Sulla questione panchine in A
"Difficile trovare società che lasciano in pace i tecnici? A volte non è così. Se si capisce che comunque non si va d'accordo, non c'è feeling, che si è sbagliato, ci sta la separazione. E' inutile andare avanti. L'errore però lo fai a monte, non conoscendo la persona e il metodo di lavoro. Di sicuro non c'era condivisione di intenti".

Su Pioli
"Già è contestato dai tifosi? Io quando vengo chiamato, la prima cosa che faccio è un'analisi tecnica del gruppo. E da lì parto. Se i giocatori mi piacciono e penso possano fare al caso mio, faccio la scelta. E senza alcun dubbio si parte per allenare la squadra. La sfiducia dei tifosi? Se sei convinto di poter fare un buon lavoro, sei felice di affrontare anche questo scetticismo. Se l'avventura si chiama Milan poi è ancor più stimolante".

Su Samp e Genoa
"La Samp si tirerà fuori da questa situazione, non ha cambiato tanto dallo scorso anno, anzi. La rosa mi sembra competitiva. Mi è sembrato che ci fossero delle difficoltà. Del Genoa sono innamorato, conosco bene tutti i giocatori, anche i nuovi arrivati, che sono di altissimo spessore. Così come i doriani, verranno fuori da questa situazione. Ci sono almeno 8-10 squadre che a livello tecnico sono inferiori a queste due". 

Su Inter e Juve
"Sono due squadre che sanno come difendersi e attaccare, è stata una gran bella partita tra due squadre forti. Se la giocheranno fino alla fine. L'Inter è dietro per la rosa a disposizione, ma sono certo che se la giocherà fino in fondo. Dipenderà anche dalle Coppe. Se una esce prima, potrà dedicarsi di più al campionato e potrebbe avere qualche vantaggio. Nel gioco la Juve migliore migliorerà ancora. E' una società che rispetta i giocatori ma pretende molto anche da loro. E poi rispetta il tecnico, che può lavorare bene. Le idee di Sarri porteranno ad esprimersi ancora meglio".

Sul Napoli
"Stravedo per Ancelotti, sa gestire i giocatori di grande spessore, tifo per lui. Sono certo che tornerà competitivo e a lottare con Inter e Juve per il campionato. Anche se la rosa non è così competitiva come Inter e Juve".

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.
Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.