Pernat: "Dovizioso deve reagire e tirare fuori l'orgoglio. Balotelli al Genoa? Non farei scommesse"

22 set 2020 11:30Motori

Carlo Pernat, storico manager motociclistico, è intervenuto a TMW RADIO sia per fare un punto sul weekend a Misano sia per parlare del Genoa, vincitore 4 a 1 in casa contro il Crotone nella prima uscita stagionale: "Non ho visto molto la sfida del Grifone perché ero impegnato a Misano. E' un Genoa diverso, pieno di giocatori arrivati all'ultimo minuto ma ricordiamoci che affrontava il Crotone".

Buona la prima per Mattia Destro
Se quest'anno azzecca la stagione giusta può ritornare in doppia cifra, anche perché è un discreto giocatore. Altrimenti può considerare la sua carriera finita. Deve ritrovare i suoi colpi per giocare questa Serie A ad alti livelli e deve avere gli stimoli giusti, un po' come Dovizioso quando aveva Lorenzo vicino. Spero comunque che la salvezza possa arrivare in maniera più tranquilla, magari con un attaccante in più.

Si parla di Balotelli
Se devo fare un paragone con le moto lo considero come Iannone. Un grandissimo talento ma che alla fine ha combinato poco, sicuramente meno rispetto a quanto potrebbero. Il Genoa ha già fatto troppe scommesse quest'anno, come Pjaca e Zappacosta che vengono da infortuni seri.

Hai nominato Dovizioso: come si sente secondo te ad essere primo nel mondiale ma senza una moto competitiva?
Premetto: in 41 anni di motomondiale non ho mai visto una situazione del genere. E' difficile dare dei giudizi in queste condizioni e gareggiando con tutto questo stress. Tutto quello che è successo con la Ducati ha colpito Andrea e ha perso quel 10% che fa la differenza. Non sta correndo bene, la scusa della moto non è plausibile perché sia Bagnaia sia Miller vanno forte. Se fossi stati in Dovi avrei tirato fuori gli attributi appena saputa la scelta della Ducati. Farei di tutto per vincere il mondiale alla faccia loro. Invece sta facendo delle gare brutte, sembra un altro e ha bisogno di tirare fuori l'orgoglio e dimostrare di essere un pilota vincente. Al momento la politica di Dall'Igna e di Ducati sta avendo ragione dati alla mano.

In questo mondiale pazzo Marquez avrebbe l'occasione di vincere qualora tornasse al massimo?
Vedendo il Marquez che abbiamo visto fino ad oggi sono d'accordo al 100%. Lo spagnolo però ha dei problemi seri e il silenzio che c'è intorno a lui è simbolico e innaturale. Ho l'impressione che lo rivedremo più avanti, perché l'omero è una brutta bestia. Potresti rischiare la carriera se torni prima e caschi di nuovo compromettendo la tua condizione.

Nelle altre categorie due storie incredibili, quelle di Bastianini e Fenati
Romano Fenati è un pilota molto forte, un pilota da Moto2 o da MotoGP. Ha avuto l'occasione di salire di categoria tempo fa con Boscoscuro e credo che abbia sbagliato a non accettare. L'anno prossimo deve fare il salto, perché ha il talento giusto. Lo stesso talento che ha Enea Bastianini. Stiamo assistendo a un bel campionato, abbiamo sfiorato la tripletta e senza la scivolata di Bagnaia avremmo fatto il pieno. Dopo anni di oscurantismo ci stiamo riprendendo la scena, abbiamo un buon futuro anche in MotoGP.


Carlo Pernat intervistato da Gianluca Viscogliosi e Iacopo Erba sul weekend di Misano e sulla situazione del Genoa © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy