Valentini: "Su Milik era rigore. Conte deve smetterla con lamentele e vittimismo"

14 feb 2020 14:48Calcio

Antonello Valentini è intervenuto durante Maracana su TMW Radio.

Cosa ne pensi della possibile riforma del VAR a chiamata?
“Il problema è che in Italia tutto diventa un dramma. Anche quando ci sarà l’occasione di chiamare il VAR ci saranno altre polemiche. Negli altri paesi queste cose non accadranno mai. I tifosi non accettano che l’arbitro non vada a vedere gli episodi da rigore al VAR, poi può decidere ciò che vuole. Ma la gente vuole che l’arbitro vada al monitor”.

Un commento sugli ultimi episodi arbitrali?
“Tra truffatori e tuffatori non c’è differenza. Il calciatore che si tuffa non è una persona leale nei confronti dell’arbitro dell’avversario e dei tifosi. L’episodio di Milik è un rigore netto. La colpa di Milik è stata quella di tuffarsi come un atleta da circo ed ha indotto l’arbitro all’errore”.

Lazio-Inter e Atalanta-Roma: cosa ci dobbiamo aspettare da queste gare?
“Lazio-Inter non è una partita decisiva. La mia idea è che un campionato aperto in Italia dopo tanti anni fa bene al calcio. La Lazio è in stato di grazia. Conte continua a lamentarsi dell’organico e sono rammaricato dal suo vittimismo perché sta facendo una brutta figura. La Roma invece deve risolvere i problemi societari per dare solidità alla rosa”.


Vincenzo D'amico, Gaetano Imparato, Antonello Valentini, ospiti di Marco Piccari. © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy