Valentini: "Dimissioni Miccichè abile mossa di Malagò per far chiudere l'inchiesta federale"

19 nov 2019 15:14Calcio

Antonello Valentini, ex dirigente della Figc, ha commentato a TMW Radio, durante Maracanà, l'addio di Gaetano Miccichè alla presidenza della Lega Calcio.

Sull'addio di Micciché
"E' un'abile mossa di Giovanni Malagò, arrivano al termine di un pressing del presidente del Coni. L'obiettivo di Malagò è che l'indagine di Pecoraro su quella assemblea cessi e pensa di uscirne integro. Miccichè si è trovato coinvolto in questa vicenda, fu cambiato lo statuto per superare i problemi per eleggerlo. Una mossa disperata per vuotare di contenuti l'inchiesta, per cui rischia di essere deferito. Ora sarà da convocare una nuova assemblea e far nominare un nuovo presidente della Lega. La vicenda dei diritti tv riceverà un altro rinvio così. E' una guerra aperta in Lega, per questo la Federazione dovrà nominare un commissario straordinario, decisione che spetterà al Consiglio Federale. Miccichè fu individuato da Malagò come candidato presidente. Con lo statuto in vigore all'epoca non poteva farlo, perché il suo essere consigliere di Rcs lo rendeva incompatibile. Fu cambiato a pochi giorni dall'assemblea lo statuto. Qui è il problema: ebbe veramente l'unanimità? Preziosi dice di no, perché le schede non vennero scrutinate. L'inchiesta di Pecoraro punta a chiarire questo aspetto".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy