Tacchinardi: "Juventus, credevo in Sarri ma è mancata empatia col gruppo. Se ha motivazioni, terrei CR7"

24 giu 2021 16:53Calcio

L'ex calciatore e tecnico Alessio Tacchinardi a TMW Radio, durante Maracanà, è tornato a parlare dell'esperienza di Maurizio Sarri alla Juventus: "Io ci credevo, dopo che aveva fatto bene a Napoli e Chelsea. Ci credevo ma poi non è andata bene. Si poteva provare a cambiare, ma sembrava una squadra anarchica, con grandi fuoriclasse ma poco legati. Io pensavo che potesse fare grandi cosi in Champions e invece...Alla fine tanto criticato ma lo Scudetto l'ha portato a casa. Certo, in un gruppo però ci vuole empatia. La sensazione da fuori è che hanno deciso di cambiare per la poca empatia col gruppo".

Mentre sul futuro di CR7 ha detto: "Se Ronaldo ha le stesse motivazioni e la voglia di essere protagonista con la maglia della Juventus, lo terrei. Non è semplice trovarne uno come lui".


Ospiti: Alessio Tacchinardi - In studio: Antonio Paolino (Direttore Radio Bianconera) - Maracanà con Marco Piccari e Cinzia Santangeli © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy