Sella: "Stasera determinante per la Roma. Squadra da Scudetto, io ci credo"

15 gen 2021 19:30Calcio

L'ex attaccante Ezio Sella ha parlato in diretta a Stadio Aperto, trasmissione di TMW Radio con Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini, iniziando dal Derby della Capitale di questa sera: "Non è solo mancanza di pubblico, ma sento anche poco entusiasmo in città perché la gente sta risentendo di questa situazione. L'attesa c'è, ma non è la solita, quella che cominciava già quindici giorni prima".

Per la Roma conta anche in classifica. "I tre punti sono importanti per proseguire questo cammino: la Roma sta andando benissimo e ha la struttura, le qualità e la solidità per poter puntare allo Scudetto. Io ci credo: la rosa è importante, la squadra ha trovato il suo equilibrio e credo che il risultato di stasera sia davvero determinante, così da poter rimanere attaccati alle zone alte della classifica".

Quanto merito all'allenatore? "Fonseca ha saputo usare i suoi giocatori ed adattarsi al calcio italiano, per me i suoi meriti sono abbastanza evidenti".

Il Verona di Juric ha 27 punti in classifica. "Stanno facendo cose straordinarie, ed oltre a saper giocare a calcio mi sorprende la grande intensità e aggressività della squadra di Juric. Ci sono individualità importanti, vedi Zaccagni, ma giocano a ritmi impressionanti per tutta la partita. Una squadra davvero difficile da affrontare, ti fa giocare male perché non lascia respiro, pressa a tutto campo. Prestazioni importanti grazie al collettivo, un po' come l'Atalanta di Gasperini e quello che sta facendo senza Gomez".

Per chi è più determinante Inter-Juventus? "La Juve, se vuole risalire in classifica e vincere ancora lo Scudetto, dovrà non perdere, considerando che ha anche la partita col Napoli da dover recuperare. L'Inter per me è invece tra la serie candidate a vincere, anche perché non hanno gli impegni infrasettimanali".

Il peggio è alle spalle per la Fiorentina? "Me lo auguro perché sono molto affezionato ai viola. Ho visto una squadra molto più motivata e quadrata con Prandelli, la differenza alla fine la fanno sempre i giocatori ma dopo la Juve si sono viste prestazioni con alti e bassi. Manca continuità nei 90', ma se a gennaio la società riesce a prendere un paio di giocatori funzionali alle idee di Prandelli, la Fiorentina può fare un buon campionato".


Ezio Sella intervistato da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy