Sconcerti: "Ora è l'Inter che voleva Conte. Milan in crisi anche perché sta mancando Ibra"

21 feb 2021 23:54Calcio

A commentare la giornata di campionato a TMW Radio, durante il Maracanà Show, è stato il direttore Mario Sconcerti.

Come commenta Benevento-Roma?
"Posso solo dire che mi sembra un risultato definitivo per la Roma. E' la sesta volta che non segna in campionato, troppe volte. Spero faccia riflettere anche Fonseca".

Che giornata è stata?
"Vedo l'Inter molto avanti, è cresciuta ed è diventata quella che voleva Conte. Gioca con un 3-3-4 ormai, gli ci è voluto un po' per convincere Perisic a certi sacrifici. Ed è riuscita anche la crescita di Lautaro. E' diventato la vera aggiunta a Lukaku. Lautaro è un Dybala senza il problema del ruolo".

Milan in crisi?
"La crisi deriva da tre assenze: quella di Bennacer, poi senza Calhanoglu è saltato il centrocampo. E poi è scomparso Ibrahimovic. Ha segnato dal 21 novembre a oggi solo in due partite. Sta mancando molto a questo Milan".

Napoli, silenzio stampa di Gattuso:
"E' arrivato all'ottava sconfitta. Se sta zitto Gattuso, lo fa rispetto alla propria gente. Da tifoso mi dispiace non capire perché la squadra ha perso. Credo che Gattuso abbia perso già troppo. Deciderà De Laurentiis, delle riflessioni andranno fatte. Di chi sia poi la colpa poi è tutta un'altra storia".

Inter, sta crescendo anche Eriksen:
"Per me non è essenziale. Ma è quel ruolo che non è essenziale. Bravo Conte, con Eriksen ha comunque un mattone che prima non aveva".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy