Sconcerti: "Napoli, la situazione è davvero brutta. Dybala, meglio con Inzaghi che con Mourinho"

13 May 2022 16:35Calcio

A parlare dei temi del giorno, in particolare della Serie A, è stato a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, il direttore Mario Sconcerti.

Un commento sulle parole di Spalletti e sulla situazione Napoli? 
"E’ un brutto clima ed è una brutta storia. E’ uno Spalletti che adesso ha voglia di rivincita e voglia di discussione. Io non so quanto la stampa rappresenti Napoli in questo momento, se lo fa anche in piccola parte è una situazione poco vivibile. Non sarà facile andare avanti in questa situazione. Bisogna vedere quanto rappresenta la città la stampa, è molto strano comunque che la stampa non sia in linea con la città. Siamo agli stralci perché questa voglia di discussione è molto forte. Mi dispiace perchè io pensavo che fosse diciamo un male curabile ma se è così la situazione è davvero difficile anche perchè per tre mesi non ci saranno partite, perciò non ci sono risultati per cancellare le polemiche. Non parlerei troppo e solamente di stampa perché questa interpreta le voci e la situazione che sente. Quando due categorie che lavorano tutti i giorni insieme arrivano a questo punto significano che non si rispettano più". 

Per la situazione Napoli pensi che un presidente possa pensare a una soluzione drastica?
"Allora non credo che De Laurentiis possa mandare via Spalletti perché non va d’accordo con la stampa. La cosa che mi fa pensare è che se si è arrivati a questo punto diciamo che tutto ciò è stato favorito da tutto l’ambiente. Mi sembra che sia una situazione molto aperta, che comunque è una novità importante, bisognerebbe capire che comunque a vincere è una sola e non devono cambiare tutte le altre allenatore. Bisogna capire fino a dove il presidente abbia voluto arrivare a questo clima e quanto questo gli sia sfuggito male. A Napoli oramai si sa comanda una sola persona ed è il presidente. Va detto anche che se De Laurentiis parte all’attacco come è partito ha una soluzione". 

La sua visione sulla lotta salvezza?
"Intanto è clamorosa che passi così tanto tempo tra una partita e l’altra per gli stessi obiettivi. In questo caso queste differenze creano davvero dei vantaggi o svantaggi. Secondo me la partita fondamentale è Empoli-Salernitana che, in caso di vittoria dei granata, potrebbe chiudere un po i giochi. Penso che la Salernitana se non si emoziona può strappare i tre punti perché l’Empoli ha finito i propri obiettivi. Il Cagliari ha la sfortuna di trovare l’Inter in una partita che potrebbe essere l’ultima partita importante per i nerazzurri. E’ una giornata molto importante questa". 

Per ritrovare il miglior Dybala meglio Inzaghi, Mourinho o Pioli?
"Io credo sia più adatto ad ambiente che lo coccoli piuttosto che lo asfissia. Mourinho è un grande allenatore ma forse lo vedo meglio con un tipo alla Inzaghi. Va comunque detto che l’argentino costa tra i 18 e i 20 milioni lordi, un ingaggio non da squadra italiana".

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy