Sconcerti: "Lazio squadra più completa della Serie A"

18 feb 2020 19:35Calcio

Il direttore Mario Sconcerti, interviene a "Stadio Aperto" su TMW Radio per parlare della sfida Champions dell'Atalanta e delle pretendenti allo scudetto di questa stagione di Serie A.

L’Atalanta parte favorita contro il Valencia?

“Sarà una partita molto aperta, sono due squadre compiute e per me partono alla pari. Da qualche partita sto notando un piccolo calo della Dea, mi sembra meno brillante del solito”.

La squadra di Inzaghi ha inanellato 19 risultati utili consecutivi, è l’anno della Lazio?

“I risultati dimostrano che la Lazio è la squadra più completa del campionato. Ha giocatori di grandissima qualità, come Luis Alberto che giocherebbe titolare anche nella Juventus e nell’Inter. Immobile ha segnato più di Ronaldo e più di Lukaku, restando in sordina. Poi Milinkovic Savic è un giocatore importante sul quale si può costruire una squadra importante. Inzaghi ha plasmato bene queste squadra”.

Adesso chi sta attraversando il peggior momento di difficoltà tra Conte e Sarri?

“Il terzo posto sarebbe un fallimento per la stagione dell’Inter. Sarri ha già detto che quando la Juventus è andata da lui a chiedere un’impronta diversa di gioco ha già commesso un errore, questa questione implicitamente è già un fallimento nella stagione della Juventus”.

L’esclusione del Manchester City potrebbe far muovere Guardiola?

“Certamente qualcosa dentro Pep sta cambiando. La punizione per un campionato vinto da Pellegrini sicuramente lo farà sentire in gabbia e certamente starà pensando a come uscirne. In Italia dopo la notizia della sanzione ci si è subito gettati sul possibile arrivo di Guardiola alla Juve quasi come opera di convincimento, si è sottovalutata la notizia dell’effettivo funzionamento del Fair Play Finanziario”.

Come giudichi la situazione portiere in casa Inter e più in generale i movimenti di mercato della squadra milanese?

“Una società del calibro dell’Inter non può avere Padelli come secondo portiere. Non perché Padelli non sia un bravo portiere, ma manca da troppo tempo dal campo e questo si nota molto. Per quanto riguarda la rosa in generale dell’Inter penso che adesso la squadra di Conte possa permettersi di dire molto in ottica campionato. È una squadra potente che continua a crescere giornata dopo giornata. Di Conte non ho capito delle uscite pubbliche, si è concesso delle libertà dialettiche che nel calcio sono inusuali”.


Mario Sconcerti, prima firma del giornalismo italiano, su Atalanta-Valencia, il momento di Juventus, Inter e Lazio © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy