Sconcerti: "Juve, Sarri si trova nel posto sbagliato. Napoli, con il Barcellona partita aperta"

07 ago 2020 16:39Calcio

A Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, il direttore Mario Sconcerti ha commentato così le italiane nelle Coppe.

In Roma-Siviglia è emersa la differenza tra il calcio italiano e spagnolo?
"E' emersa una grande differenza. Non pensavamo che fosse così evidente. La Roma non ha praticamente tirato in porta. Credo si debba stare molto attenti al calcio post-lockdown. La Roma era una delle più in forma in Italia. Perdere così è stato molto duro".

Vedendo le partite, quale valore potrebbe dimostrarsi più alterato?
"Aspettiamo ancora qualche partita per capire. Emerge che non siamo più abituati ad un calcio europeo. Siamo abituati che ad ogni contatto sia fischiato fallo, ma in Europa non è così e la differenza si fa notare. Non credo comunque che stasera il Lione possa mettere in difficoltà il Lione, potrebbe farlo solo per demeriti della Juve e non per propri meriti".

Come interpretare le parole di ieri di Sarri in conferenza stampa?
"E' sempre una partita che decide. E sarà così anche stavolta. Sarri dimentica che un anno fa, a poche giornate dalla fine del campionato, Agnelli disse che Allegri sarebbe rimasto e poi lo ha licenziato. Una grande azienda ha il diritto di commettere certi errori. Non credo che la dirigenza lo abbia già licenziato ma si sarà già mossa in qualche direzione per cautelarsi. Se Sarri vincesse la Champions, ribalterebbe tutto e conquisterebbe una forza che ora non ha, anche di fronte allo spogliatoio".

Sarri sbagliato per la Juve?
"Si trova in un posto per lui sbagliato. Quel posto per lui andrebbe anche bene, è il massimo della professionalità, che lui ha sempre cercato. Ma culturalmente non ha il fisico per quel ruolo. E' una persona troppo diretta, ha fatto uno sforzo enorme a essere politico. Ha fatto un buon lavoro però con questa Juve modesta".

Napoli, una partita più difficile o proibitiva?
"E' una partita difficile ma aperta. Il Barcellona ha assenze importanti, ma anche altri problemi. Non è stata una bellissima stagione anche per i blaugrana, anche se i partenopei si sono riequilibrati nella seconda parte".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy