Scanzi: "Milan, ok lasciar andare via Donnarumma e Calhanoglu ma Kessiè non si tocca"

23 giu 2021 15:27Calcio

A parlare delle ultime vicende in casa Milan a TMW Radio, durante Maracanà, è stato il giornalista e tifoso Andrea Scanzi: "Si può fare a meno di Calhanoglu, si può rimpiazzare Donnarumma, ma se va via Kessiè è un drastico ridimensionamento. Siamo in Champions, lui viene chiamato il Presidente e sistematicamente il migliore in campo. Non si può prescindere da Kessiè. Va bene tutto ma no che vada via lui. In un mondo ideale, il Milan avrebbe dovuto monetizzare. Le colpe ci sono, ma non riesco a crocifiggerla più di tanto la società. Forse la dirigenza fino a 2-3 mesi fa era convinta di ricucire gli strappi ma poi non è andata così".

Poi ha aggiunto: "Ecco un errore è stato magari Locatelli e il suo addio prematuro. Lì c'è una responsabilità superiore rispetto al caso Donnarumma. Sono diversi anni che siamo tornati ad avere un ottimo vivaio, grazie al lavoro di Filippo Galli. Ecco, in quell'occasione qualche errore è stato fatto. I giocatori esplodono anche in virtù di circostanze non prevedibili. Magari al Milan non sarebbe mai esploso e lo ha fatto al Sassuolo perché c'era l'ambiente ideale per lui, ma quando vedi un giocatore così ti chiedi 'perché non è rimasto al Milan?'".


De Paola:" Bene ha fatto il Milan a non cedere ai ricatti. Alla Juve non basta Locatelli." Scanzi:" Io voglio vedere gli acquisti per farmi un'idea sul Milan. Ibra è prossimo ad essere un ex giocatore. Kessie imprescindibile. Locatelli il grande errore del Milan." © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy