Romano ricorda Maradona: "Ha ingigantito tutto, la mia luce riflessa grazie a lui"

25 nov 2020 18:00Calcio

Il procuratore Francesco Romano, ex compagno di squadra di Diego Armando Maradona nel Napoli scudettato, ha ricordato così il Diez, in preda alla commozione, ai microfoni di TMW Radio, nel corso di Stadio Aperto: "La notizia è sconvolgente, se n'è andato troppo presto ed è una cosa che mi sconforta perché era un grande. Ha ingigantito tutto ciò che gli stava intorno, grazie a lui anche io ho vissuto di luce riflessa. Con lui regnava il sentimento negli spogliatoi, e in tutti gli anni che ho giocato con lui non si è mai lamentato con un compagno, non ha mai alzato le braccia ad un errore. Questa è la grandezza di quello che esprimeva dal punto di vista umano, non solo del calciatore".

Quando l'aveva visto o sentito l'ultima volta? "L'ultima volta quando all'improvviso gli hanno consegnato la cittadinanza onoraria di Napoli, qualche anno fa. Ricordo un abbraccio fraterno di quel giorno lì. A me rimane quell'ultimo abbraccio lì, ma prima di tutto un pensiero indelebile per quegli anni, e vale per me come per tutti quelli che hanno giocato con lui".


Francesco Romano ricorda Diego Armando Maradona. In studio Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy