"> ">
TMW Radio
Ritmo, qualità ma nessun gol: il Marocco ferma la Croazia, finisce 0-0
23 nov 2022 12:40Calcio

Si apre con una sfida divertente l’affascinante gruppo F di questo Mondiale in Qatar. Da una parte la solidità e la fantasia del Marocco, dall’altra l’esperienza e la classe della Croazia di Luka Modric. Finisce 0-0 il primo match di questo mercoledì, nonostante le diverse situazioni pericolose create da entrambe le squadre. Un punto che muove la classifica, con il Marocco che ne esce sicuramente più felice visti i favori del pronostico che erano tutti per la Croazia.

 

Nei primi minuti l’organizzazione marocchina la fa da padrone, con la squadra africana che alterna perfettamente pressione alta e compattezza nella propria metà campo. Non appena persa palla si aggredisce la Croazia, se gli europei escono dalla prima pressione il Marocco si abbassa bene a coprire gli spazi. Il tutto organizzato da Amrabat, perfetto metronomo di entrambe le fasi per un Marocco che sviluppa il gioco soprattutto a destra sull’asse Hakimi-Ziyech. Alla lunga esce però la Croazia, che riesce a prendere in mano il pallino del gioco e nel finale di primo tempo arriva la miglior occasione della partita, con Bono che è strepitoso a chiudere sull’inserimento di Vlasic che aveva calciato a botta sicura. Sulla respinta ci prova anche Modric, il cui sinistro però finisce alto di poco sopra la traversa.

 

Nella ripresa la Croazia perde Vlasic, mentre il Marocco è costretto a sostituire Mazraoui perdendo uno dei suoi terzini di qualità. Nessun problema, perché Hakimi c’è e si fa sentire. L’ex Inter spinge come un treno, la fascia con Ziyech funziona alla grande e il terzino del PSG crea due occasioni pericolose nel giro di pochi minuti. Dopo la sgasata di Hakimi si spegne leggermente la partita, la posta in palio è molto pesante e i due ct cercano di cambiare la gara con i vari cambi. Nel finale i ritmi calano drasticamente e l’equilibrio regna sovrano, portando così il match sullo 0-0 finale che permette sia alla Croazia che al Marocco di muovere la classifica, in attesa della sfida di stasera tra Belgio e Canada.