Onofri: "Mancini vuole riportare il calcio italiano in alto. Bravi Juric e Thiago Motta"

15 nov 2019 18:04Calcio

Nel corso del pomeriggio di TMW Radio, durante Stadio Aperto, Claudio Onofri ha commentato le notizie sportive di giornata. Questa la sua analisi: 

Sull'Italia: "Ammiro Mancini per il suo modo di intraprendere una strada difficile come quella del commissario tecnico. Ha studiato meticolosamente tanti giovani di qualità, è sintomo di una strategia che vuole riportare il calcio italiano ad alti livelli partendo da una base buona, anche se non eccezionale. Questa Nazionale è cambiata anche nel modo di giocare. Mancini si è contornato di gente tecnica, rapida, e gli ha insegnato a fare bene anche la fase di non possesso. Questo percorso mi piace davvero moltissimo".

Sui dualismi: "In attacco valorizzare Immobile e Belotti è molto importante. In passato si sono identificati come buoni giocatori, non dei fuoriclasse. Sono stati rivalutati nei propri club e anche nella Nazionale. In porta abbiamo mantenuto alto il livello anche dopo Buffon. Donnarumma è un ragazzo del '99 con 150 partite in Serie A nel Milan: sono numeri che il ragazzo si è meritato sul campo. Il futuro è suo, ma occhio a Meret, che è un grande talento".

Su Thiago Motta: "Diventerà un grande allenatore: è un ragazzo intelligentissimo, con grandi valori. Ha dimostrato di saper rimediare anche ai suoi stessi errori".

Su Juric: "Mai avuto dubbi su di lui. Tutti facciamo errori, dopo Crotone non ha offerto dal punto di vista tattico e comportamentale quanto sa fare. Ivan ha tantissime doti, ha ripreso i dettami del calcio di Gasperini mettendoci molto del suo. Nonostante la rosa non scintillante, questo Verona sta superando le aspettative".

 

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy