Marchetti (dg Cittadella): "Smaltita la delusione dello scorso anno. A Firenze non per una gita, vogliamo provarci"

03 dic 2019 15:57Calcio

Per parlare del Cittadella a TMW Radio, durante Maracanà, è intervenuto il dg Stefano Marchetti. Ecco le sue parole: 

Sul momento della squadra
"Non è stato semplice, la batosta dell'anno scorso l'abbiamo pagata. C'è stata un po' di depressione fisiologica, ma l'ambiente e la società hanno metabolizzato tutto. Il mercato ha portato qualche giocatore a partire non nella maniera giusta. Poi dentro lo spogliatoio però si sono ritrovate le motivazioni. Si è ripartiti con entusiasmo. Tutti abbiamo dovuto smaltire le delusioni, ma poi abbiamo ritrovato l'entusiasmo giusto. Anche quest'anno ho cambiato tanti giocatori, e questo mix ci sta dando buoni riscontri. Siamo una società sana, solida, facciamo il passo in base alle nostre possibilità. Non dobbiamo vendere, ma quando hai richieste importanti, è lo stesso giocatore o il procuratore che ti obbliga a cederlo. Come fai a tenerlo, se ha delle chance di giocarsi una carriera importante? Trattenere un giocatore controvoglia non è buono. A volte è giusto fare queste mosse. Andare in Serie A cambierebbe tutto".

Sulla sfida alla Salernitana
"E' un bivio, prendendo la squadra giusta trovi motivazioni. E' uno scontro difficile, la Salernitana viene da una partita difficile e avrà grande rabbia. Dobbiamo arrivare bene a livello psicologico. Gli episodi a volte fanno la differenza, non basta la buona prestazione. Con Crotone abbiamo avuto delle occasioni per vincerla ed essere già in una situazione più favorevole. Ora però siamo concentrati sulla Coppa Italia".

Sulle altre squadre di B
"Alla lunga certe squadre importanti verranno fuori. E' bello il campionato di B, perché sono tutte raggruppate. Il Crotone credo che per organico e qualità di gioco può essere un'antagonista importante".

Sulla sfida alla Fiorentina
"Non siamo venuti a fare una gita a Firenze. Siamo venuti per provare a fare una buona prestazione. Se giochi bene, hai più probabilità di passare. Incontriamo una squadra di A molto forte, in momento di difficoltà ed è questo che fa paura. E loro non potranno sbagliare. Ma siamo venuti per provarci su un campo di A e lo faremo come sempre".

Su Chiesa
"Se ci sono le trattative giuste, i giocatori bisogna lasciarli andare. O un giocatore ti dà il 100% o altrimenti se non dà il massimo ti condiziona. Noi abbiamo sfiorato la A, non so se avremmo raggiunto certi risultati quest'anno se avessi mantenuto lo stesso gruppo". 

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy