"> ">
TMW Radio
La Corea gioca, l’Uruguay si ferma al palo: la prima del gruppo H finisce 0-0
24 nov 2022 15:47Calcio

Non punge l’Uruguay e perde due punti pesanti in ottica qualificazione agli ottavi di finale. Merito di una buona Corea del Sud, allenata bene da Paulo Bento che mette in campo intensità e coraggio, anche se emerge l’assenza di un centravanti in grado di fare gol sotto porta. Manca tutto tranne questo invece all’Uruguay, che nonostante la qualità a centrocampo non riesce mai a sostenere un attacco che potrebbe intimorire chiunque. Finisce 0-0 e ora l’altra sfida del Gruppo H tra Portogallo e Ghana può già indirizzare l’andamento del girone.

 

Parte meglio la Corea, che inizia controllando il possesso palla e dando molto fastidio a un Uruguay che parte molto lentamente. Per i sudamericani l’unica vera occasione capita sulla testa del solito, intramontabile Diego Godin che su calcio d’angolo stacca più in alto di tutti e viene fermato solamente dal palo. Dall’altra parte la risposta della Corea è puntuale, con un’occasione clamorosa per Hwang che spara alle stelle un rigore in movimento sul finire di primo tempo.

 

Nella ripresa lo spartito non cambia, l’Uruguay ha più qualità a centrocampo ma non riesce a mostrarla sul campo. La Corea è compatta e ordinata, corre molto e soffre pochissimo. Per gli asiatici il rammarico di un Son sicuramente non al 100% con la maschera che lo infastidisce non poco e la preoccupazione per Kim Min-Jae, che è rimasto in campo per 90 minuti ma ha accusato un fastidio al polpaccio destro. Nel secondo tempo le occasioni sono pochissime, la Corea non riesce a far male in fase offensiva e l’Uruguay non riesce mai a servire i suoi centravanti. L’andamento è chiaro, lo 0-0 è scritto e visti i pronostici della vigilia è un punto che fa più felice gli asiatici piuttosto che i sudamericani. Nel finale il vero brivido della partita lo regala Valverde, che dopo una partita piuttosto silenziosa si accende con un missile terra-aria dai 30 metri che spacca il palo. Finisce così dunque sullo 0-0, dopo un’occasione per Son che dal limite non trova la porta. Sorridono Portogallo e Ghana, che alle 17 si giocano tre punti già pesanti in chiave qualificazione.