Il preparatore Fiorini: "Rincorriamo le big d'Europa, il modello Italia non va"

12 apr 2021 22:00Calcio

Il preparatore atletico Stefano Fiorini è intervenuto su TMW Radio, nel corso della trasmissione Scanner, per analizzare la qualità atletica nel calcio professionistico italiano: "Dopo anni di attività ed esperienza ritengo che bisogna ripensare un po' tutto, è tempo di cambiare e svoltare. Siamo secondi rispetto a Liga, Premier e Bundesliga, e nemmeno più così avanti rispetto la Ligue 1. O consideriamo questi numeri, o si fa difficile. Va ripensata tutta l'attività a partire dalla giovanile, così com'è non funziona. Il modello Italia oggi non va bene, nei settori giovanili non si pensa allo sviluppo del giovane in base alle diverse fasce d'età. Sbagliando lì, di conseguenza si sbaglia anche l'impostazione sulle prime squadre, dove la proposta di training dovrebbe essere commisurata. Ora è da un anno e mezzo che i giovani atleti non si allenano: dobbiamo fargli recuperare il tempo perso, se facciamo finta di niente si crea un altro buco. La proposta è in campo, la stanno discutendo a livello federale, ed è quella di bloccare le fasce d'età. Non possiamo pensare che oggi un 2004 vada ad uscire dalla categoria giovanile, perché non compete da un anno e mezzo e ha perso questo tempo nella formazione... Oggi i grandi club hanno grandi centri sportivi, tutti iper-attrezzati, ma se queste strutture vengono usate solo una-due ore al giorno per l'allenamento di un gruppo, l'investimento finisce per essere sovrastimato. Ma ciò che sta a monte e a valle deve essere fatto fuori da quell'ora, così si incide su benessere e performance di un calciatore. Ognuno in maniera individualizzata: non possiamo che pensare così il futuro del nostro sport. Vedere certi calciatori palestrati, è una contraddizione in termini: un conto è l'armonia, un altro l'uso indiscriminato dell'esercizio fisico che porta tra l'altro a modificazioni dal punto di vista strutturale. Certe cose si iniziano a fare sin dalla giovane età".

L'intervento completo nel podcast!


SCANNER: Troppi infortuni muscolari in Italia, capiamo perchè. Con Giulio Dini, Niccolò Ceccarini e Francesco Benvenuti. In collegamento Stefano Fiorini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy