Fontana: "Tomaszewski il mio mito. Che bello l'esordio in A. Ora sono tornato nella mia Cervia"

22 ott 2020 16:53Calcio

A parlare del suo presente ma anche del suo passato calcistico a TMW Radio, durante Maracanà, è stato l'ex portiere Alberto Fontana.

Il suo mito da giovane?
"Jan Tomaszewski. Mi ha sempre appassionato il ruolo del portiere".

E ora cosa fa?
"Fuori dal mondo de lcalcio perché ho smesso tardi. Non ho rimpianti. Mia moglie ha un hotel a Cervia e mi occupo della parte burocratica".

Come sta vivendo questo momento?
"Cerchi di stare dietro le direttive che vengono emesse. E' logico che avendo due figli sai che i controlli saranno la normalità. Ci abitueremo a questa gestione".

C'è chi la riconosce a Cervia come ex calciatore?
"Per l'80% ci siamo portati i clienti che aveva in spiaggia mio padre nello stabilimento, dove ho vissuto da piccolo. E quindi ci si conosce così". 

Un ricordo calcistico che ricordi con affetto?
"Sicuramente l'esordio in Serie A a Genova contro la Samp, io ero al Cesena. Da giovane lo vedi come un mondo lontano. La mattina dopo il mio esordio, avevo paura che non fosse vero. E poi a Milano, dove ero dietro a Toldo ma ogni volta che toccava a me la società e i compagni mi facevano sempre sentire che si fidavano di me".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy