Fiore: "La Lazio deve trovare i meccanismi sarriani a centrocampo e in difesa"

11 ott 2021 20:22Calcio

L'ex calciatore Stefano Fiore è intervenuto a Stadio Aperto, trasmissione pomeridiana di TMW Radio, parlando dell'attualità calcistica, a partire dalla Nazionale: “Non si è mai contenti, e forse questa volta fanno ancora più clamore le critiche. Abbiamo perso contro una squadra che ci aveva già messo in grande difficoltà agli Europei e che forse meritava di passare. L’espulsione di Bonucci ha condizionato la gara”.

È impensabile che un altro centravanti scalzi Immobile?

“C’è da augurarselo perché sarebbe opportuno che Mancini abbia più scelte. Abbiamo vinto col gioco, col gruppo, ma non sempre è così, un bomber è utile. Oggi è complicato pensare a un altro attaccante al posto di Immobile, ma me lo auguro, perché in attacco avremmo necessità di trovare un vero numero nove”.

La Spagna non ha attaccanti invincibili, mentre la Francia ha Benzema:

“Il potenziale della Francia non ha eguali, ha giocatori fenomenali in tutti i ruoli. Ha stupito l’eliminazione per via della Svizzera all’Europeo, è impensabile non considerarla tra le favorite. La Spagna, dopo Torres, non ha più avuto un vero nove, ma loro sono più abituati di noi al falso nueve. Immobile non è esattamente un uomo d’area di rigore”.

Il Belgio rischia di rimanere una nazionale incompiuta?

“Questo testimonia dei limiti non tecnici, ma di personalità, di mancanza negli appuntamenti importanti, come Lukaku che incide molto nei club, ma che viene meno negli appuntamenti importanti”.

Erano plausibili gli alti e bassi della Lazio di Sarri?

“Ci stanno. Se analizziamo le partite, eccetto quella contro il Bologna, la Lazio ha vinto le partite che doveva vincere e ha perso nettamente col Milan. Quando affronta squadre di livello superiore non riesce ad avere continuità. A centrocampo ci sono meccanismi totalmente diversi con Sarri rispetto a Simone Inzaghi. Con Sarri devi dominare il gioco ed arrivare nella metà campo avversaria in altro modo. Inoltre, la Lazio ha subito tanti gol, c’è tanto da lavorare con la linea a quattro”.

Simone Inzaghi sente la pressione in Champions League?

“Meritava di più contro il Real, con lo Shakhtar il pareggio è stato giusto. Preoccupa lo Sheriff per il futuro, quindi l’Inter dovrà far bene nelle prossime due partite e scaricare la pressione sul Real Madrid”

Come giudica il caso Vlahovic e come crede si comporterà la società?

“Queste cose andrebbero meglio regolamentate. I procuratori spesso non rispettano chi investe e chi ha la bravura di scovare giocatori. Il braccio di ferro non serve a nulla, è controproducente. Condivido la linea morbida. Chi pagherà più le conseguenze è l’allenatore, ma si spera che tutto possa rientrare nella normalità”.

Il rischio è che alla fine non si trovi un sostituto all’altezza

“Non è semplice sostituire un giocatore come Vlahovic. La Fiorentina non può nulla contro i movimenti dietro le quinte dei procuratori., L’augurio è che gli osservatori della Fiorentina trovino un sostituto”.


Stefano Fiore ai microfoni di Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy