Di Gennaro: "Serie A, meglio finire la stagione. Dopo la crisi, spero il calcio italiano si riformi"

01 apr 2020 19:56Calcio

Per parlare dei temi di giornata è intervenuto a TMW Radio, durante Stadio Aperto, l'ex calciatore e opinionista Antonio Di Gennaro.

Si potrebbe non ripartire, secondo il prof. Lopalco:
"Pensiamo anche agli altri campionati minori. Lì ci sono problemi ancor più seri".

Difficile tornare in forma?
"Ci vorrà tempo per rivederli in una certa condizione. Quelli di Serie A si allenano a casa, ma nelle altre serie è molto difficile farlo. Se si arriva a metà maggio e ci si può riallenare, si può ripartire a giugno e chiudere i campionati".

Per alcune categoria si rischia di chiudere: il calcio professionistico, dopo questa crisi, deve sfruttare l'occasione per riformarsi?
"E' un problema atavico, questo è un momento importante. Si vedono club che falliscono da molti anni. Servirebbe una riorganizzazione generale. Si deve per esempio valutare la diminuzione delle squadre iscritte in C, perché sono troppe e non ce la fanno a sostenere i costi. Mi auguro ci sia la volontà di arrivare ad un'intesa comune. Così come sul fronte stipendi: la Juve ha fatto da apripista, ma sarebbe importante il risparmio in bilancio per i club. Spero ci sia intesa totale tra tutti gli interessati".

Ipotesi di promuovere le prime due di B e fare Serie A a 22: che ne dici?
"Sarebbe un campionato anomalo, quindi meglio finire piuttosto che fare questo. Ricorsi? E' un'ipotesi se non si decide bene. Può capitare di tutto. Per questo dico che deve esserci una coesione totale. E poi il mercato. Vedremo cosa accadrà, si deve trovare una soluzione univoca per tutti. Questo virus ci ha fermato. Dovrà essere una ripartenza diversa".


Antonio Di Gennaro, opinionista Tmwradio, intervistato da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy