Di Gennaro: "Napoli, c'è rammarico per il pari. Sarri? Alla Juve sei sempre obbligato a vincere"

26 feb 2020 18:27Calcio

A Stadio Aperto, trasmissione del pomeriggio di TMW Radio, è intervenuto l'ex calciatore e opinionista Antonio Di Gennaro.

Napoli-Barcellona, si può essere rammaricati per il pareggio:
"Sì, perché Gattuso aveva impostato la partita in quel modo, con una squadra compatta dietro la linea della palla, con tanta corsa. Il Napoli di Sarri era altro. Magari all'inizio ha provato anche Gattuso quel modulo, ma magari non recepiva più. Il tecnico ha trovato la giusta quadratura, con il Barcellona che è sembrato normale ieri. Il Napoli ha chiuso gli spazi, ripartendo bene. Mertens molto bene, spesso fa la differenza".

Ti convince un Dybala alla Mertens?
"L'ho visto contro il Milan e Sarri ha usato la stessa formazione di stasera con il Lione. Tatticamente nel 4-4-2 in fase difensiva ha meno compiti di andare a pressare, si posiziona in un ruolo congeniale per lui. Poi quest'anno l'ho visto anche più intenso, anche in fase di non possesso, che va a recuperare palloni. Secondo me Sarri ha capito che non può farne a meno. E ne trae beneficio anche Ronaldo. Con questo schieramento, hanno più equilibrio e sicurezza anche i centrali difensivi. Da stasera comunque comincia la vera stagione della Juventus".

Ci commenti le parole di Agnelli su Guardiola e Sarri? 
"La Juventus con Agnelli ha sempre guardato alla continuità. Agnelli è rimasto cinque stagioni, poi c'è stata la voglia di cambiare e si è valutato quanto potrà vincere. Se non vince, è normale che si parli di cambio. Tutti hanno l'obbligo di vincere alla Juve, è nel dna, è sempre stato così. Se con l'estetica non vinci... Guardiola ha vinto, ma in Champions, nonostante investimenti importanti, non ha mai vinto fuori da Barcellona. Ma vincere in Champions non è semplice. Ovvio non fare comunque un pensierino a Guardiola. La Juve può essere una prospettiva fattibile, non si sa fra quanto. Ma Agnelli fa bene a parlare in maniera positiva di Sarri, vedendo cosa ha fatto finora".

Giusto giocare a porte chiuse alcune gare e altre no?
"Io avrei fatto tutto a porte chiuse, anche se non è bello. Per un problema così importante ci vuole questo. Ma perché vietare un ostadio e non un altro? Dal punto di vista della sicurezza si deve fare una cosa condivisa, quindi si deve fare tutta la A a porte chiuse". 


Antonio Di Gennaro, opinionista Tmwradio, sul pareggio del Napoli, Dybala, Sarri, il possibile turno di serie A a porte chiuse. In studio Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy