De Santis: "Inter, mi aspetto Giroud. Mossa Eriksen per la Juve, Dominguez stupirà"

09 gen 2020 18:47Calcio

Lorenzo De Santis, intermediario di mercato, è intervenuto per parlare della finestra di mercato di gennaio a Stadio Aperto, trasmissione del pomeriggio di TMW Radio.

Su Caldara
"Non è facile andare a decifrare il mercato del Milan di questi tempi, diversi giocatori non hanno reso. Sta comunque facendo un giro di vedute per capire come cambiare, vedi anche l'interesse per Todibo. L'Atalanta è brava a vendere bene ma anche a riuscire a riportarseli a casa a prezzi competitivi. Kjaer va al Milan ed è un'operazione strategica riuscita per i bergamaschi. Kjaer dopo gli anni spagnoli non è riuscito a tornare in Italia con un rendimento soddisfacente. Mi lascia qualche perplessità per i rossoneri".

Su Cutrone alla Fiorentina
Gli attaccanti sono pochi e chi ce li ha buoni se li tiene. Il compito che spettava alla Fiorentina era improbo, serviva uno che facesse gol e ridesse entusiasmo alla piazza. Ha provato a fare un sondaggio per Batshuayi e Giroud. Cutrone è giovane, può portare dei gol. Vedremo se li porterà subito i gol che servono".

Su Dominguez del Bologna
"E' un centrocampista bravo nelle due fasi, ha carattere. Quando arrivano in corsa, devono abituarsi alla nuova realtà. Servirà tempo ma è un centrocampista moderno. Ha grande qualità ma sa dare anche sostanza".

Sull'Inter
"Vidal e Eriksen? Credo sia più vicino Vidal, i mal di pancia del cileno non sono passati inosservati. L'operazione Eriksen è complicata. E Vidal può risolvere diversi problemi a Conte, ha l'esperienza giusta e Conte lo conosce bene. Servirà poi un attaccante. Mi aspetto Giroud".

Sull'Atalanta
"Credo che si stia muovendo a fari spenti, con prudenza. E' impegnata su tre fronti, giocherà in Champions con un avversario abbordabile. Riuscire ad avere una o due alternative in più sarebbe importante. Mi aspetto un'occasione, che potrebbe arrivare negli ultimi giorni di mercato".

Sul Napoli
"Lobotka mi piace, l'ho visto nel Celta e può essere un centrocampista con qualità, capace di verticalizzare, cosa che è mancata al Napoli questa stagione. Ho delle riserve su Lemme, ma mi aspetto che crescano i giocatori in rosa che finora hanno deluso".

Su Pedro
"Non ha funzionato la tempistica dell'acquisto della Fiorentina. Poi c'era un recupero da un infortunio importante. Non ha avuto neanche il tempo di ambientarsi. Nonostante tutto ha qualità. E' indietro come intensità di gioco, non so se è pronto per l'Europa. Vedremo se ci sono le condizioni di venderlo definitivamente o mandarlo in prestito, per recuperarlo anche mentalmente".

Sulla Juventus
"Ci sono tanti giocatori che sarebbero titolari in tante squadre ma che non stanno rendendo, vedi Rugani, Emre Can, Rabiot e Ramsey. Se dovesse partire un centrocampista, partirebbe Can. la società sa lavorare co ngrande lungimiranza. Il nome di Eriksen potrebbe essere uno dei papabili".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy