D'Amico: "Serie A, giocare ad oltranza e finire il campionato. Lautaro non un top player"

26 mar 2020 14:30Calcio

Per dire la sua sui temi del momento è intervenuto a TMW Radio, durante Maracanà, l'ex calciatore e opinionista Vincenzo D'Amico.

C'è la voglia di chiudere il campionato: ma in che modo?
"Se sarà possibile, io preferirei concluderlo sul campo. Magari giocando ad oltranza, con i calciatori che faranno meno ferie".

Un pensiero su Gravina:
"Abbiamo sprecato qualche anno prima di arrivare a lui. Se avessimo trovato prima un presidente come lui, le cose sarebbero andate diversamente".

Come fare con i contratti in scadenza il 30 giugno?
"Il barcone ha bisogno che si remi tutti dalla stessa parte. Il sacrificio va chiesto a tutti. Non capisco quale probelma ci sarebbe ad andare oltre il 30 giugno nel giocare. Si prolungano i contratti e basta. Non credo ci siano giocatori che si rifiutino di giocare".

Quale soluzione allora?
"Credo che alla fine servirà buonsenso da parte di tutti. Ma voglio capire cosa succederà dopo. Il giocatore dirà ok alla riduzione ora, ma magari chiedendo assicurazioni per gli anni a venire".

Lautaro dove andrà il prossimo anno? Se arrivasse un'offerta importante, lo lasceresti andare via?
"Non lo reputo un grande giocatore, ma il fatto che lo voglia Messi, forse mi fa pensare che io sbagli. Quindi accetterei la cessione, anche al costo di clausola".

E Donnarumma?
"Non credo sia in scadenza. Ha 6 milioni di contratto, se offrono tanto, lo darei via". 


Vincenzo D'Amico, Claudio Pasqualin e Paolo Paganini ospiti di Marco Piccari © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy