TMW Radio
Cucciari: "Romane obbligate a puntare la Champions. Zaniolo-Milan? Ai rossoneri serve un vice-Giroud"
24 gen 2023 14:19Calcio
© foto di Federico Gaetano

Ospite di TMW Radio, durante Maracanà, è stato l'ex calciatore e tecnico Alessandro Cucciari. Ecco le sue parole:

Fiorentina, manca un vero attaccante:
"Fino a qualche settimana fa la Roma aveva fatto pochi gol ma aveva capitalizzato al massimo le occasioni. In momenti non basta l'attaccante ma serve capitalizzare al massimo. L'attaccante è importante ma soprattutto la determinazione della squadra ad arrivare a dama. Ad esempio alla Roma Dybala ora gioca con continuità e sta facendo la differenza. Ma ha anche risvegliato uno come Abraham".

Dopo la penalizzazione della Juventus, le romane devono puntare alla Champions:
"Devono puntare al quarto posto, assolutamente. Adesso sono obbligate a puntare a questo obiettivo che è alla portata".

Empoli, che colpo con l'Inter:
"Ad Empoli c'è sempre stata un'organizzazione dietro molto importante. Il settore giovanile dell'Empoli è stato sempre un fiore all'occhiello. Lì si fa calcio, già ai miei tempi era così, poi da Spalletti, Sarri, si sta continuando così. Hanno sempre scelto allenatori funzionali al loro progetto".

Zaniolo vicino al Milan:
"Si è creata una situazione strana che non giova al ragazzo. Il fatto che non sia stato a disposizione contro lo Spezia non è normale. Non riesco a comprendere se ci sia una difficoltà a gestirlo o se dipende da lui. La Roma ha degli obiettivi comunque e non si può fermare. Ha grandi potenzialità ma a un certo momento le società devono andare avanti e perseguire gli obiettivi. Non so se sarà Milan, ma credo più alla pista estera. Ha avuto due infortuni seri, ma ad oggi ha sempre stentato. ha fatto vedere ogni tanto le sue potenzialità, in altre no. Deve imparare ad essere più continuo".

E' l'uomo giusto per il Milan in questo momento?
"Non credo che sia l'acquisto determinante per il Milan. In questo momento il Milan gioca bene, ma come finalizzatore c'è solo Giroud. Manca un ariete che lo sostituisca. Io sarei andato su un altro profilo. Zaniolo è un altro punto interrogativo messo in un contesto che non conosce".

Barella in un momento difficile, lo si vede dagli atteggiamenti in campo:
"E' un ragazzo che è sempre stato lodato per il carattere, ma ultimamente sta eccedendo in atteggiamenti che danno fastidio. E' stato sempre apprezzato per umiltà e tenaci, ma ultimamente ha atteggiamenti che non piacciono".