Cagni: "Insulti? A Gasp dico di lasciar perdere. Piatek può giocare in coppia con Ibra"

16 gen 2020 15:39Calcio

Protagonista del pomeriggio di TMW Radio mister Gigi Cagni, che a Maracanà ha detto la sua sui temi del momento.

Sugli insulti ricevuti a Firenze da Gasperini
"Non mi stupisco, da 52 anni sono professionista e mi è sempre successo. In molti stadi non c'era la recinzione, a volte ti fermavano per farti passare in mezzo alla gente, che ti minacciava. Qui c'entra lo Stato, non la Federazione. Vai allo stadio oggi è come andare in guerra, è pieno di polizia. Certe persone sono individuabili, come succede in Inghilterra. Lo stadio non può essere un porto franco. Quante volte abbiamo visto i tifosi insultare i poliziotti, senza che questi potessero fare niente? Le leggi ci sono, vanno fatte rispettare. A Giampiero dico lascia perdere. Non bisogna dare soddisfazioni, non doveva neanche dirlo nell'intervista. Doveva passarci sopra, senza dargli soddisfazione di nominarli. Alla fine è lui che gli ha detto figli di p...., ed è sbagliato".

Su Piatek
"A me è sempre piaciuto, ma se non gli crossi mai...anche lui alla fine soffre. Lo farei giocare in coppia con Ibrahimovic. Avrebbe tutto da imparare. Hanno speso 35 milioni, poi starà alla società decidere se venderlo". 

Sullo scambio Spinazzola-Politano
"Il sospetto è sul perché la Roma dia via Spinazzola. Se l'Inter vuole fare ulteriori accertamenti, vuol dire che c'è qualcosa che non va".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy