Bucchioni: “La Roma ha tanto da migliorare. Il Napoli è da scudetto”

18 ott 2020 23:38Calcio

Ai microfoni di TMW Radio è intervenuto Enzo Bucchioni. Ecco le sue dichiarazioni:

 

Ti è piaciuto l’atteggiamento di Ayroldi?
“Era ora che si lanciavano arbitri nuovi e giovani. Si stava troppo creando un distacco netto, dove in Serie A avevi arbitri di età avanzata ma esperti, mentre nella serie cadetta dei giovani con poca esperienza”.

 

Fonseca ha parlato di un gruppo che sta acquisendo fiducia, secondo te ha ragione?
“Per avere fiducia servono ottime prestazioni. Alla Roma serve continuità e cattiveria nel corso di più partite. Oggi avevi contro il Benevento, squadra organizzata per carità, però nettamente al di sotto della Roma. Questa squadra ti dà sempre l’impressione che sta per fare il salto di qualità, ma poi tende a perdersi. La Roma deve cercare di essere più costante per tornare una big del nostro campionato”.

 

Cosa pensi delle big del nostro campionato?
“Perdo certezze da domenica a domenica. I miei pensieri cambiano spesso. La Juventus mi è sembrata davvero imbarazzante contro il Crotone. Riuscirà Pirlo a dare un’identità a questa squadra? Il centrocampo non mi è piaciuto. La Lazio pure, la vedo un po’ scadente, così come l’Inter di Conte. Il Milan invece lo vedo crescere, come penso che la Roma abbia un buon organico, ma questo però è un campionato davvero strano”.

 

Ci sono problemi tra Dybala e Pirlo?
“Io vedo un altro tipo di problemi. Uno su tutti la pianificazione del futuro. Sono partiti due centrocampisti campioni del mondo: Matuidi e Khedira. Sono stati degnamente sostituiti? Questo non l’ho mai visto nel mondo Juventus. Quando c’era Allegri io vedevo una squadra con una precisa identità, ora non la vedo”.

 

Che fine farà Iachini con la Fiorentina?
“Non avrebbe senso esonerarlo subito, perché rischieresti di rovinare un’altra stagione, esattamente come è successo in quella passata, quando arrivò per sostituire Montella. Ora vale davvero la pena prendere un terzo allenatore? Sarebbe addirittura il terzo nell’era Commisso”.

 

Il Napoli è da scudetto?
“Il Napoli è da scudetto perché si inserirebbe in un gruppo di big che sono piene di incertezze. Potrebbe approfittare di questo. Ha fatto un grande mercato e vedo una squadra forte con tanta personalità. Poi ci saranno le coppe e allora vedremo come si comporterà, quello sarà il vero esame di maturità da superare”.

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy