Brambati: "Torino, Cairo non ha il cuore granata. Ma ha anche trattenuto Belotti"

21 gen 2020 16:35Calcio

L'ex calciatore e procuratore Massimo Brambati è intervenuto a TMW Radio, durante Maracanà, per dire la sua sugli argomenti di giornata.

Cosa ne pensi della parole di Deschamps, che ha detto che sono troppe le partite per i calciatori?
"Purtroppo è un cane che si morde la coda. Più partite si fanno, più introiti ci sono. Il calcio che giocavo era un altro calcio, dove tutti giocavano alla stessa ora. Io sono affezionato a quel calcio".

Un ricordo di Pietro Anastasi:
"E' stato un dispiacere sapere della sua morte. Anastasi è stato un campione di modestia e umiltà. Ed è stata una vergogna il mancato minuto di raccoglimento in Serie A".

Che ne pensi del rapporto tra Cairo e i tifosi del Torino, dopo anche l'ultimo caso dei commenti alla sua foto su Instagram?
"Sono cresciuto nel Torino, ma si può dire che probabilmente Cairo non è tifoso del Torino, non ha il cuore granata. Sono amico del presidente, è una persona che all'interno dell'ambiente del calcio non si nega mai. Non voglio fare l'avvocato difensore, ma devo dire che ha anche rifiutato tanti soldi per Belotti, con cui avrebbe potuto guadagnare tanto. Avrebbe potuto cedere molti giocatori, che si erano valutati lo scorso anno, buttandosi su calciatori più giovani. Il non gioco? E' l'espressione del calcio di Mazzarri, che comunque ha fatto bene al Napoli".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy