Brambati: "Lazio, con l'Inter sarà una partita fondamentale per la sua crescita. Juve, bonus finiti"

11 ott 2021 15:58Calcio

Per dire la sua sui temi del giorno a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, è intervenuto l'ex calciatore e procuratore Massimo Brambati.

Lazio-Inter incrocio pericoloso. Che ne pensa?
"Sono d'accordo con le parole di Marotta, non c'è parità di trattamento. Non si spostano le partite per far rientrare i Nazionali in tempo. E' successo già con Napoli-Juventus, con i bianconeri che rinunciarono a diversi titolari ma nessuno si lamentò. E' un incrocio pericoloso soprattutto per la Lazio. Dopo il brutto stop con il Bologna, credo si ripresenti un test importantissimo di crescita per la Lazio. Come il derby, è una partita di fondamentale importanza per la crescita della squadra. Vorrei capire a che punto è questa Lazio".

Lautaro arriverà venerdì notte: lo farebbe giocare?
"E' l'errore che ha fatto Allegri contro il Napoli, quando non ha convocato neanche un sudamericano. Io li avrei portati tutti, poi avrei parlato a uno a uno per capire come si sentivano e capire chi schierare o meno. Anche solo la presenza ha un significato psicologico per le eventuali riserve".

A chi darebbe il Pallone d'Oro?
"Se è per il comportamento in campo tenuto lo darei a Kjaer, ma il trofeo lo si dà per motivazioni tecniche. E allora lo darei a Donnarumma, visto che l'Italia ha vinto grazie a lui, è un top portiere, e poi per la carriera a Chiellini, per la sua carriera. Anche grazie a lui e al suo temperamento l'Italia è diventata campione d'Europa. E' l'ultimo vero difensore che c'è in circolazione".

Nel weekend c'è anche Juventus-Roma. Sfida svolta per chi?
"Mourinho è stato bravissimo a togliere pressioni alla squadra. Secondo me ha fatto un passo importante nella comunicazione, però la Juventus è a una svolta e lo sarà fino alla fine, finchè non avrà recuperato il gap in classifica sulle altre. Sanno bene che i bonus sono finiti e anche la sfida con la Roma è determinante se vogliono tornare in corsa, anche solo per la Champions. La Roma ha preso Mourinho per fare il salto definitivo, la crescita se l'aspettano tutti". 


Ospiti: Massimo Brambati, Alessio Tacchinardi. Tacchinardi:" Il pallone d'oro a Jorginho. Juve in crescita, Roma deve fare bene con una big. Brambati:" Pallone d'oro a uno tra Donnarumma e Chiellini. Barella top grazie a Conte." Maracanà con Marco Piccari, Eleonora Marini e Andrea Piervincenzi. © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy