Antonelli: "L'Atalanta non darà Gomez alle rivali. Milik, dura andarsene ora"

11 gen 2021 19:35Calcio

Il dirigente sportivo ed intermediario Stefano Antonelli ha parlato dei principali temi di mercato, iniziando da Eriksen, ai microfoni di TMW Radio, nel corso della trasmissione Stadio Aperto con Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini: "Si risolverà, perché tenerlo non è una soluzione e l'ha detto anche chiaramente Marotta. Che vada a Marsiglia o torni in Premier, una soluzione la troveranno: nel mezzo c'è anche il contenzioso con l'agente per la commissione. Devono trovare la quadra in un attimo di tensione".

C'è una destinazione italiana per Gomez? "Intanto ha 33 anni: non è un valore patrimoniale, è per il risultato immediato. Farebbe comodo a chiunque tra le prime quattro, ma come alternativa. Se va a Juve, Inter o Milan, in questo momento, fa l'alternativa di lusso. Ci sta che accetti anche questa soluzione per giocarsi un trofeo o quant'altro, ma io mi faccio una domanda. Oggi l'Atalanta, che potrebbe vincere il recupero con l'Udinese e andare a 34 punti a -6 dalla vetta, va a rinforzare una sicura rivale? Non ci credo".

Come finirà con Milik? "Credo che su di lui ci sia stato il mondo intero, Atletico Madrid compreso, e De Laurentiis però ha deciso di arrivare fino in fondo. Se tanto mi dà tanto, per Milik non sarà facile venire fuori da Napoli. Farebbe comodo a tutti, ma penso che l'entourage del giocatore abbia scelto di portarlo via a zero. Adesso, però, De Laurentiis a zero non te lo dà".

Che succede al Torino? "Conosco bene Giampaolo, ho un rapporto eccellente con lui e lo sento con continuità. Succede però che gli alibi reggono fino a un certo punto, mentre gli altri intorno fanno risultati. Tu, che non sei costruito per la salvezza, rischi di andare in loop negativo. Per me il problema non è il lavoro di Giampaolo e nemmeno l'organico che ha. Ci sono delle colpe specifiche ma anche delle coincidenze: perdere 23 punti da situazione di vantaggio è una cosa che fa male a livello di inerzia mentale".

La Fiorentina prenderà Conti al posto di Lirola? Chi arriverà per affiancare Vlahovic? "Ieri sera c'è stato un segnale straordinario: la Fiorentina che giocava con un 3-4-3 sporco. Se la Fiorentina riesce a prendere Conti fa qualcosa di importante: sicuramente avranno idee ben chiare. Sulla punta, che vi devo dire? C'è da puntare fino in fondo su Vlahovic, un 2000 che è tuo patrimonio. Se porti uno di carisma vai a togliere l'equilibrio: Vlahovic, che sa di giocare, ha accresciuto la sua autostima e corre e lotta anche per gli altri, oltre ai gol. Da capire se serve più una punta esterna, che faccia superiorità numerica, o uno strutturato là davanti".


Stefano Antonelli intervistato da Francesco Benvenuti e Niccolò Ceccarini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy