Alia Guagni: "Sto rientrando, voglio riportare in alto l'Atletico dopo la sfortuna"

10 giu 2021 21:00Calcio

Alia Guagni, difensore dell'Atletico Madrid ed ex capitano della Fiorentina Femminile, ha parlato in diretta a TMW Radio nel corso della trasmissione Tutto Calcio Femminile: "Sto meglio, sto recuperando. Non è stato un anno facile... Meglio comunque che sia successo quest'anno rispetto al prossimo, se proprio doveva essere. Così potrò recuperare".

Italia possibile mina vagante? "Sicuramente stiamo crescendo, il Mondiale ci ha fatto prendere quella consapevolezza che prima mancava. Ci sono tante ragazze giovani che dimostrano di poterci stare, le basi sono buone. Dobbiamo lavorare ma avremo tempo per farlo".

Che ne pensa della scelta Juventus di un allenatore come Montemurro? "L'arrivo di un allenatore di questo livello può solo far bene al calcio italiano, porta prestigio e qualità. Magari si potrebbero aprire prospettive verso l'estero ed ampliare il raggio d'azione. Guarino ha fatto un lavoro incredibile alla Juventus, le va riconosciuto perché è stata veramente brava. Ma ci sono dei cicli, come sempre. Ora dove andrà sono certa che farà bene. Il problema dell'Italia è che se non ci mettiamo al passo le migliori di ogni campionato saranno sempre prese da club stranieri".

Che ne pensa della scelta di Bonansea di affidarsi a Raiola e rimanere in Italia? "Dal maschile si stanno affacciando in tanti, anticipando i tempi sul professionismo. Per me ancora una cosa del genere è eccessiva, ma non giudico perché sono scelte personali. Mi dispiace da un certo punto di vista che sia rimasta in Italia, avrebbe potuto mettersi alla prova. Non perché la Juve non sia forte, è che il campionato italiano ancora è un po' indietro".

Il Barcellona vi è costato caro. Erano davvero fuori categoria? "Partirei dal presupposto che abbiamo avuto un anno veramente sfortunato tra infortuni e problemi al Covid: se l'è preso tutta la squadra praticamente, seppur in momenti diversi. Così creare una squadra nuova e un gruppo solido con giocatrici che vengono da realtà e culture diverse è veramente complicato. Poi, il Barcellona quest'anno ha mostrato di avere una marcia in più. Vogliamo tornare in alto".

Un messaggio a Mancini? "L'in bocca al lupo è d'obbligo, tifiamo per loro e li aspettiamo. Mi raccomando!".

L'intervista integrale nel podcast!


Tutto Calcio Femminile con Luca Calamai e Jacopo Calamai. Ospiti Giulio Saetta e Alia Guagni. © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy