A.Paganin: "Inter, bene il successo col Getafe. Conte non vede Eriksen, ma io non ci rinuncerei mai"

06 ago 2020 14:31Calcio

L'ex calciatore Antonio Paganin ha commentato la vittoria dell'Inter in Europa League a TMW Radio, durante Maracanà.

Ieri sera vittoria con il Getafe:
"Sembra dottor Jekyll e mr. Hyde Conte. Bene comunque l'Inter che ha passato il turno, il Getafe era una squadra scorbutica, che rischiava di farti giocar male, con un'idea di calcio molto semplice. Se non avessero fallito il rigore, cosa sarebbe successo? Una partita dominata e gestita potevi comprometterla".

Ottima prova di Eriksen, in crescita:
"Conte fa fatica a vedere Eriksen. Bisogna capire se è una presa di posizione per il fatto che non gli hanno preso Vidal e il danese era un piano B. Ora lo sta usando con un minutaggio limitato. Io farei fatica a rinunciare a uno come lui per intelligenza tattica e qualità. In un modulo così Eriksen non è adatto, farebbe fatica anche Messi. Inibisce la fantasia, ma questo è il modo di fare calcio Conte".

E' una strategia quella di Conte per ottenere altri giocatori adatti a stare accanto al danese?
"Sarebbe molto sottile, non ci credo. Dovrebbe parlare con i dirigenti e chiedere degli uomini per aumentare il livello e la qualità del centrocampo. Non ha molto senso mettere i panni sporchi in piazza".

Che ne pensi di Roma-Siviglia?
"Sarà una partita molto difficile, ma la Roma è nella sua migliore condizione. Fonseca è riuscito in un mese a trasformare la squadra con un modulo molto prolifico e bello da vedere. E va a valorizzare i trequartisti alle spalle di Dzeko".


Maracanà con Marco Piccari e Cinzia Santangeli Ospiti: Paolo De Paola, Antonio Paganin e Andrea Solaini © registrazione di TMW Radio

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy