Carnasciali: "Bisognava aiutare Sarri con un mercato migliore. Bologna ostico"

22 giu 2020 15:02Altri sport

L'ex calciatore Daniele Carnasciali è intervenuto a Maracanà, nel pomeriggio di TMW Radio, per parlare dei due match di oggi di Juventus e Fiorentina, ma non solo.

Sarri sostiene di aver lasciato la decisione tattica ai giocatori, ha delegato il comando?
"Il problema di Sarri è che lui durante gli allenamenti prova determinati schemi, ma in partite molte volte saltano. Un Ronaldo in squadra lo vorrei sempre, ma per il gioco di Sarri spesso non è il massimo. Lui vorrebbe deciderla da solo e per come gioca il tecnico è complicato adattarlo. I problemi ci sono per tutti, anche se l'Atalanta ha stravinto, ha avuto comunque qualche difficoltà. Risultati e prestazioni si vedranno presto".

Stasera c'è il Bologna.
"Guardiamo le partite con un punto interrogativo, cercando di capire come sarà la ripresa. Dobbiamo aspettare a giudicare, ma il Bologna è un osso duro. Un avversario difficile da affrontare. Sarri era l'allenatore giusto, forse non era giusta la squadra o non avrebbe voluto costruirla così. Sarri è cambiato tanto. Bisogna rendersi conto che quando cambi tanto vai incontro a partite non belle. Se non vince niente, il primo che paga è lui. Bisogna aiutarlo con una squadra diversa".

Ci sono perplessità sulla rosa della Juventus.
"Non si può pensare di avere 11 top player. Sarri non è stato preso per vincere campionato o Coppa Italia, nessuno si strappa i capelli. Vogliono vincere la Champions attraverso il suo gioco, dopo due finali perse. Non se ne parla ma c'è un ritorno col Lione per andare alle final eight e lì anche l'Atalanta può vincere. La Juve in Europa deve confermarsi e provare a vincere".

Altre news

Utilizzo dei Cookie
PROSEGUO
Utilizziamo cookie, anche di terze parti, per migliorare l'esperienza di navigazione e per inviarti messaggi promozionali personalizzati.
Proseguendo con la navigazione acconsenti al loro uso in conformità alla nostra Cookie Policy